E.. ripartiamo dal cuore, con Grazia Francescato


E.. ripartiamo dal cuore, con Grazia Francescato

 

Sabato 9 Febbraio dalle ore 16.00

Si Riparte dal Cuore

Si Riparte dal Cuore

Un pomeriggio dedicato all’arte e al pensiero intono al grande simbolo del cuore in attesa di San Valentino.

Alle 16.00
Inaugureremo la mostra dell’artista fiorentino Alessandro reggioli con una sua opera di particolare significato e importanza come il “Safety Haert Armour”  il cuore, fulcro vitale del corpo umano, realizzato in bronzo, quasi come un armatura a protezione, che nell’intento dell’artista diventa un invito all’uomo a spogliarsi e a gettare via la corazza che lui stesso si crea, quasi fosse uno scudo di autodifesa dal mondo fatto di paure, preconcetti e ignoranza; liberandosi da questo pesante guscio si può così guardare al di là del muro, per vivere le emozioni e poter far tornare a pulsare il cuore.

L’evento è in collaborazione con
Fornaciai Art Gallery, modern e contemporary 

Alle 16.45  Incontro con: Grazia Francescato
Ristabilire la connessione mente cuore: la grande sfida del nostro tempo

Partendo dall’invito della scultura a far tornare a pulsare il cuore, riflessioni su come innescare un salto di qualita’ della coscienza collettiva per costruire una societa’ piu’ umana.

Chi è Grazia Francescato:

Leader ambientalista, giornalista, scrittrice.

Da quarantacinque anni sul fronte della difesa dell’ambiente, è stata presidente  del WWF Italia, membro del Board del WWF International, per due volte Presidente dei Verdi, Parlamentare verde e Portavoce dei Verdi Europei,membro del Coordinamento Nazionale di SEL.

E’ stata tra i primi a promuovere la riconversione ecologica dell’economia e della società,l’integrazione tra le dimensioni ambientali, sociali ed economiche, coniugando le ragioni del lavoro e le ragioni dell’ambiente. Autrice di numerosi saggi , articoli, pubblicazioni sulla questione ambientale ed in particolare sul rapporto tra Natura e Spiritualità. Ha ricevuto molti premi e menzioni sia in Italia che all’estero per la sua leadership ambientalista.